Venerdì , 27 Novembre 2020

C Archivio News

News 2016

  • I LLOYD’S PREOCCUPATI PER LA TENDENZA AL DETERIORAMENTO DELLA SOTTOSCRIZIONE

    19 Dicembre 2016

    CONFERMANO CHE IL MERCATO DELLA SOTTOSCRIZIONE 2017 SARÀ RIDOTTO DEL 10 PER CENTO
    15/12/16 

    L’anno in corso di sottoscrizione non è redditizio in forma aggregata per i Lloyd’s di 
    Londra, che è una questione di grande interesse per il mercato specialista, hanno detto il 
    Presidente dei Lloyd’s John Nelson e la Chief Executive Inga Beale nella a loro e-mail annuale al 
    mercato.

    ADS N.50

  • Lloyd's of London to establish EU base in 2017

    15 Dicembre 2016

    Lloyd's of London has become one of the first major London businesses to confirm it will move a part of its operations to the continent in reaction to the UK’s vote to leave the EU.
    London’s Lloyd's insurance market has now created a shortlist of five possible destinations for the new subsidiary, according to the Financial Times.
    The group will put a proposal before members of the market by February, before the triggering of Article 50.
    Nelson said that the market had decided it needed to act sooner rather than later to protect the 11 per cent of its revenues coming from Europe.

    “Insurance is a mobile business,” he told the FT.

    “In common with other financial institutions, we need to put our plans in place — at least on a precautionary basis,” he added.

    Written by Adam Cadle – Insurance Asset Management Europe
    15/12/2016

  • FCA targets Lloyd's of London FSCS funding contributions in latest consultation

    14 Dicembre 2016

    The FCA is consulting on a number of specific proposals to change rules affecting the scope and operation of FSCS funding, including ensuring that rules include Lloyd's of London appropriately, in circumstances where they could be called on to contribute.

    In a consultation paper entitled Reviewing the Funding of the Financial Services Compensation Scheme, the FCA said "if an FSCS funding class’s levy limit is exceeded, insurers can currently be called upon to contribute to the ‘retail pool’".

    "If high compensation and specific costs in an FCA funding class mean it breaches this threshold, then funding from other firms is needed and in some cases insurers and other product providers would be called upon to contribute. We propose to include the Society of Lloyd’s within the retail pool. We are consulting on this change because it could be argued that it would be unfair for other insurers to have to cover claims if a Lloyd’s broker failed, unless Lloyd’s could also be called upon and make a proportionate contribution based on its share of the eligible insurance market.

    "We propose to amend our rules to enable the FSCS to levy the Society of Lloyd’s an amount that represents the aggregate of the levies that its members would have been required to pay if the FSCS levied them directly."

  • LLOYD’S ANNUNCIANO UNA NUOVA STRUTTURA OPERATIVA DEL 1 GENNAIO

    9 Dicembre 2016

    I Lloyd’s hanno annunciato che è loro obiettivo concentrarsi più nettamente sulle loro attività fondamentali che sono quelle di proteggere, promuovere e fornire servizi come hanno rivelato i dettagli del loro nuovo corporation operating model (COM). Gli sviluppi partiranno dal 1° gennaio 2017.

  • PAOLO VAGNONE AI LLOYD’S PER DIRIGERE LA NUOVA STRUTTURA STRATEGIA E CAMBIAMENTO

    24 Novembre 2016

    I Lloyd’s hanno nominato l’executive di Generali, Paolo Vagnone alla nuova funzione di direttore della strategia e del cambiamento.

    In una dichiarazione i Lloyd’s hanno detto che Vagnone, che è attualmente capo delle linee globali di business presso l'assicuratore italiano, guiderà i team responsabili dello sviluppo della sua strategia, così come la gestione di grandi progetti di cambiamento.

    Vagnone ha oltre 20 anni di esperienza in ruoli di assicurazione di alto livello con le aziende, tra cui RAS e AMP. Egli entrerà nell’Executive Team dei Lloyd’s e riferire al capo esecutivo, Inga Beale.

    Vagnone ha dichiarato: "Sono entusiasta di assumere questo nuovo ruolo nei Lloyd’s. E 'di vitale importanza in un ambiente competitivo di oggi che le imprese abbiano un approccio strategico chiaro che permetterà loro di navigare tra le numerose sfide che devono affrontare.

    "Non vedo l'ora di applicare la mia esperienza del settore per questo ruolo e aiutando Lloyd continueremo a crescere e fornire le soluzioni di assicurazione e riassicurazione innovative alle imprese che ne hanno bisogno di tutto il mondo."

    Hilary Weaver é chief risk officier con la responsabilità della risk governance e regulatory affairs.

    Weaver è stato in precedenza responsabile dell’audit interno, che porta servizi di audit interno a livello globale dei Lloyd’s, così come al lavoro di convalida per modello interno du Solvency II dei Lloyd’s.

    Beale ha detto: "La nomina di Paolo e Hilary è un altro esempio di come i Lloyd’s sono in grado di attrarre i migliori talenti del settore, nonché di mettere in evidenza il talento di chi sta già lavorando ai Lloyd’s.

    "Paolo porta con sé una notevole esperienza che sarà di vitale importanza per garantire che abbiamo un chiaro approccio strategico in quella che promette di essere un momento emozionante e imprevedibile.

    "Negli ultimi sei mesi, Hilary ha già dimostrato la capacità di gestire le relazioni chiave con il governo e le autorità di regolamentazione e sarà assolutamente fondamentale per noi nei prossimi mesi, mentre ci prepariamo per la vita al di fuori dell'Unione europea."

  • Comunicato stampa Workshop i.Ll.c.a.

    3 Novembre 2016

    Grande successo del convegno dal titolo "Intermediazione e distribuzione di prodotti e servizi assicurativi: restyling o revolution?" svoltosi il 28 ottobre 2016 presso l’Hotel Michelangelo in Milano 

    Una platea di Broker qualificati ha partecipato all’incontro, presieduto dai vertici dell’Associazione che ha visto anche l’importante partecipazione dei Relatori:

    - Prof. Avv. Diana Cerini Studio Legale Cerini
    - Dottoressa Antonia Boccadoro Segretario generale AIBA Associazione Italiana Brokers assicurativi e 
    Riassicurativi
    - Avv. Carlo Galantini, Galantini & Partners, Studio Legale Associato.

    Tra i principali punti emersi dalle relazioni e dal dibattito svoltosi al termine del convegno si possono citare i seguenti:

    Armonizzazione dei requisiti per tutte le forme di distribuzione
    Spostamento dal concetto di servizio a quello prodotto
    Gli intermediari a titolo accessorio
    Disposizioni inerenti il Product Information Document ed il Product Oversight and Governance –Pog
    Nuove responsabilità nelle collaborazioni tra intermediari alla luce delle novità introdotte con la IDD.
    Effetti incrociati tra le conseguenze della Brexit e la nuova IDD.

    A conclusione dei lavori, si sono succedute qualificate e importanti domande da parte degli operatori presenti, alle quali i relatori hanno risposto in maniera professionale ed esaustiva.

  • Workshop - Intermediazione e distribuzione di prodotti e servizi assicurativi: restyling o revolution?

    28 Ottobre 2016

    Workshop : "Intermediazione e distribuzione di prodotti e servizi assicurativi: restyling o revolution?”

     

    Venerdì 28 ottobre 2016, ore 09:00

    presso Hotel Michelangelo – Piazza Luigi Di Savoia 6- Milano


    Relatori:

     

    Prof. Avv. Diana Cerini Studio Legale Cerini

    Dottoressa Antonia Boccadoro Segretario generale AIBA Associazione Italiana Brokers assicurativi e riassicurativi

    Avv. Carlo Galantini, Galantini & Partners, Studio Legale Associato

     

    Ai sensi dell'art. 38 del regolamento ISVAP n° 5 del 16 ottobre 2006, si precisa che la partecipazione alla

    giornata di lavoro ha valore come "CORSO DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE" ed attribuisce 3 crediti formativi

     

    www.illca.org – info@illca.org

  • Aggiornamento sulla Brexit di Vincent Vandendael, Lloyd's Director, Global Markets

    6 Ottobre 2016

    Dear All,

    As you are probably aware, the British Prime Minister, Theresa May MP, has used the Conservative Party Conference to confirm her intention to invoke Article 50 of the Lisbon Treaty, the process under which the United Kingdom will formally exit the European Union, by the end of March 2017.

    In her key note address to the Conference this lunchtime, the Prime Minister said:

    “And let’s be clear about what is going to happen. Article Fifty – triggered no later than the end of March.”

    The Prime Minister also said:

    “It is, of course, too early to say exactly what agreement we will reach with the EU. It’s going to be a tough negotiation, it will require some give and take. And while there will always be pressure to give a running commentary, it will not be in our national interest to do so.

    “But let me be clear about the agreement we seek. I want it to reflect the strong and mature relationships we enjoy with our European friends…I want it to involve free trade, in goods and services. I want it to give British companies the maximum freedom to trade with and operate within the Single Market – and let European businesses do the same here.”

    We continue to lobby the Government on the benefits of maintaining access to the single market, preferably under current passporting rules, but we have also been working on how Lloyd’s will maintain its ability to trade freely with the European Union should that access be revoked.

    Our focus has been on how we best write business onshore in the EU through alternative operating models such as a single subsidiary or establishing branches in the countries we trade in.

    This is all with a view to ensuring our customers (including the insureds, brokers and coverholders) are able to access the Lloyd’s markets seamlessly for EU business.

    Chairman, John Nelson said:

    “I welcome the Prime Minister providing business with more certainty around the timing of when Article 50 will be invoked and reinforcing the importance of services in any future deal. I speak for many in the financial services industry both in the UK and within the EU when I say that in the months ahead I hope the Government is able to secure the access to the single market that has helped London become the world’s financial centre and a key component supporting the economies of both the UK and the EU.

    “Lloyd’s will always be centred in London and that is not about to change. However, it is important to us that we can continue to transact business in the European Union. We know this is what businesses here and in the European Union want, and it is incumbent on us to ensure that the Lloyd’s market remains open for EU business.”

    Our intention is to have reached a conclusion on the best option for the Lloyd’s market that we can bring forward next year for discussion.

    Meanwhile, information will continue to be available on our website at lloyds.com/Brexit, questions can be submitted via brexit@lloyds.com, or please contact your country manager with any issues you wish to raise.

    Best regards

    Vincent

    VINCENT VANDENDAEL
    Director, Global Markets
    Lloyd's - One Lime Street - London - EC3M 7HA
    Telephone +44 (0)20 7327 6179
    Fax +44 (0)20 7327 6604
    www.lloyds.com

     

  • Evento Lloyd’s – ILLCA

    28 Settembre 2016

    Lloyd’s – ILLCA

    Abbiamo il piacere di segnalarvi l’evento Lloyd’s – ILLCA che si terrà il 28 settembre 2016 a Palazzo Mezzanotte in Milano. 

    La sessione di networking si terrà dalle 14:00 alle 19:30 ed è un’occasione preziosa per stabilire contatti diretti con rappresentanti del mercato locale e londinese e per sviluppare affari.  

    ILLCA Meet the Market Event - Milan, Italy

  • Evento Lloyd’s – ILLCA

    28 Settembre 2016

    Lloyd’s – ILLCA

    Abbiamo il piacere di segnalarvi l’evento Lloyd’s – ILLCA che si terrà il 28 settembre 2016 a Palazzo Mezzanotte in Milano. 

    La sessione di networking si terrà dalle 14:00 alle 19:30 ed è un’occasione preziosa per stabilire contatti diretti con rappresentanti del mercato locale e londinese e per sviluppare affari.  

    ILLCA Meet the Market Event - Milan, Italy

  • Risultati preliminari 2016 dei Lloyd's

    22 Settembre 2016

    Buongiorno,

     

    I Lloyd’s hanno annunciato utili relativi al primo semestre 2016 pari a £1,46 miliardi.  Tali cifre confermano un aumento di £0,26 miliardi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, un reddito sul capitale del 11.7% ed un combined ratio del 98.0%. Questi risultati sono influenzati da un mercato molto competitivo nel quale stiamo operando ma dimostrano anche che i Lloyd’s mantengono la loro solidità finanziaria.

     

    Tutti i dettagli relativi ai risultati preliminari dei Lloyd’s sono disponibili sul sito: www.lloyds.com/interims2016.  

     

    In breve, i risultati riflettono un incremento di sinistri gravosi in particolare relativi agli incendi nella zona di Fort McMurray in Alberta, Canada, insieme alla costante pressione sui premi data dalle difficili condizioni di mercato attuali.

     

    Ovviamente il referendum della Gran Bretagna relativo all’uscita dalla UE è una delle principali problematiche sulle quali stiamo focalizzando la nostra attenzione per identificare le soluzioni più appropriate affinchè i Lloyd’s possano continuare ad operare in Europa.

     

    Nonostante il referendum UE ed il difficile scenario macroeconomico, i rating finanziari dei Lloyd’s  rimangono estremamente solidi: AA- da Fitch, A da A.M. Best  e A+ da Standard & Poor’s A+.

     

    Guardando verso il futuro, i Lloyd’s rimarranno concentrati sulla loro crescita nei mercati globali, sulla modernizzazione dell’industria e sul perseguimento dell’innovazione. Queste priorità ricopriranno un ruolo fondamentale per i Lloyd’s nei mesi e negli anni a venire.

     

    Inga Beale 

  • i.Ll.c.a. Meet the Market Event

    21 Settembre 2016

    Il prossimo 28 settembre avrà luogo il tradizionale i.Ll.c.a. Meet the Market Event a Milano, dalle ore 14.00 e fino alle 19.30. 
    L’evento, sponsorizzato da ACB, AIBA, ANRA e LMA, si svolgerà nella prestigiosa cornice di Palazzo Mezzanotte (Piazza degli Affari 6, Milano).

  • LIBERTY ESPANDE IN ITALIA

    21 Settembre 2016

    24 Agosto 2016, LONDRA – Liberty Specialty Markets (LSM), parte del Liberty Mutual

    Insurance Group, ha annunciato oggi l’espansione della propria presenza in Italia tramite
    l’acquisizione di portafoglio, personale ad assets di WBA (Wholesale Binding Authorities),
    Lloyd’s Coverholder Italiano basato a Milano.

  • London's biggest insurance market threatening to leave the UK over Brexit

    6 Settembre 2016

    London's biggest insurance market threatening to leave the UK over Brexit
    The UK's position at the centre of the global insurance market is under threat after the famous Lloyd's of London market said it may be forced to move some of its business to continental Europe as a result of the Brexit vote, chairman John Nelson has warned. He said operations may start leaving London before Brexit negotiations are concluded unless the Government can provide “clarity” about the UK's future relationship with the EU.

    News from Indipendent

     

  • ADS agenzia di stampa SETTIMANALE GIOVEDI 7 LUGLIO 2016

    13 Luglio 2016

    LLOYD’S, il non accesso al mercato unico potrebbe influire sul 4% dei premi lordi.
    LLOYD’S dopo BREXIT, affidato ad un team speciale il compito di sviluppare un dialogo a 360°.

    Articoli tratti da ADS agenzia di stampa settimanale GIOVEDI 7 LUGLIO 2016

  • ILLCA VISIT TO LLOYD'S LONDON

    11 Luglio 2016

    Visto il successo delle precedenti iniziative e l’alto profilo dei contenuti dell’evento organizzato, anche quest’anno verrà offerta l’opportunità per profili operativi delle vostre aziende di conoscere meglio e personalmente il meccanismo di funzionamento del mercato dei Lloyd’s. A questo proposito alleghiamo bozza del programma organizzato dal LIO; il numero dei posti è limitato a 12 persone, sperando che vogliate partecipare, vi preghiamo di manifestare l’intenzione alla nostra segreteria quanto prima.

    ILLCA VISIT TO LLOYD’S LONDON

    G11 Presentation Room 7

    Tuesday, 20 September 2016

     

     

    PROGRAMME

     

     

    10.00

    Meet at Lloyd’s reception

    One Lime Street, London

     

    10.30 – 11.00

    Welcome and introduction by Benno Reischel, Head of Europe on “Update on Brexit”

    Gallery 11, Presentation Room 7

     

    11.00- 12.00

    Presentation by Ana Molinero, Claims Manager, Beazley Syndicate at Lloyd’s

    Gallery 11, Presentation Room 7

     

    12.00 – 13.00

    Presentation by Kevin Moon and Michael LaBand, Claims Performance at Lloyd’s

    Gallery 11, Presentation Room 7

     

    13.00 – 14.30

    Buffet lunch with Lloyd’s Underwriters

    Lloyd’s Canteen

     

    14.30 – 15.30

    Presentation by Josh Brekenfeld, Relationship Manager
    Market Relationship & Development, Lloyd’s

    Gallery 11, Presentation Room 7

     

    15.30 – 16:30

    Presentation by Steve Pallett, Head of UK Operations on “Lloyd’s Target Operating Model”.

    Gallery 11, Presentation Room 7

     

     

    Programme wrap-up and closing remarks

  • Sindacato Probitas 1492 - Managing Agent reception at Lloyd's - 30 giugno 2016

    29 Giugno 2016

    L'evento si terrà il 30 giugno 2016, presso l’ufficio italiano dei Lloyd’s in Corso Garibaldi 86, Milano a partire dalle ore 18:00.
    Quest’anno vi saranno come ospiti i rappresentanti del Sindacato dei Lloyd’s Probitas 1492,i quali ci intratterranno durante l’evento con una presentazione del Sindacato e delle aree di specializzazione.

    A seguito della Managing Agent Reception dello scorso 30 giugno alleghiamo anche un riassunto del discorso di Ash Bathia, CEO e Active Underwriter del Sindacato. Vi ricordiamo che per ricevere ulteriori informazioni relativamente a Probitas 1492 e per essere inseriti nelle loro mailing lists per comunicazioni future, potrete inviare una email a Jason Mortimer – jason.mortimer@probitas1492.com

  • EU Referendum

    24 Giugno 2016

    Brexit: “Leave”

     

    Oggi è un giorno storico.

    E’ successo davvero. Stiamo vedendo la storia scriversi in tempo reale. Il rispetto per le decisioni di un popolo sovrano e per un meccanismo democratico e trasparente è assoluto. Il Regno Unito ha deciso di uscire dall’Unione Europea smentendo sondaggi e previsioni 52% Leave, 48% Remain. Erano entrati nel 1973, non è stato quindi un membro fondatore dal Trattato di Roma del 1953, ma questo non significa nulla. Non è stato un voto “giovane”. Infatti gli over 65 avrebbero votato per il 61% per Brexit, mentre tra 18 e 24 anni il 75% era per Remain (YouGov Poll).

     

    I Lloyd’s si sono preparati a questo possibile evento asserisce Vittorio Scala Country Manager & General Representative Lloyd's Italian Office.

    In seguito al risultato di oggi, metteranno in atto un piano per assicurare che possano continuare ad accedere ai loro mercati europei. I Lloyd’s lavoreranno su questa transizione a stretto contatto con il governo britannico, le autorità di supervisione e l’Unione Europea.

     

    Il processo formale per l’uscita dalla UE durerà due anni. Il programma inizia dal momento in cui il Regno Unito informerà formalmente l’Unione Europea della sua intenzione di lasciare. Durante questo periodo, i Lloyd’s continueranno ad operare all’interno del mercato unico e nel rispetto dei regolamenti e delle leggi in vigore nell’UE, esattamente come accade oggi.

     

    Vi terremo informati relativamente a tutti gli sviluppi di questa nuova fase delle relazioni tra il Regno Unito e l’UE.

     

    In considerazione della posizione dei Lloyd’s al centro dell’assicurazione e riassicurazione mondiale, oltre che della solidità finanziaria, esperienza ed innovazione del mercato dei Lloyd’s e dei suoi partecipanti, siamo assolutamente convinti che continueremo a prosperare.

     

    Anche Inga Beale, Chief Executive Officer Lloyd's è intervenuta sull’argomento:

     

    As you know, the United Kingdom has voted to end its membership of the European Union.

    The formal process of leaving the EU will take two years to implement. This timetable starts at the point that the UK formally informs the European Union of its intention to leave. During that period, we will continue to operate within the single market and under the current EU rules and regulations.

    We have prepared for this outcome, and following today’s result we will be putting into action a contingency plan to ensure that Lloyd’s can continue to access its key European markets. We will be working closely with the UK Government, European Governments, regulators and the European Union on this transition.

    I will keep you informed of any developments as we move into a new phase of the UK’s relationship with the EU.

    Given Lloyd’s position at the heart of the global insurance and reinsurance sector, and the financial strength, expertise, and innovation of the Lloyd’s market and its participants, I have every confidence that we will continue to flourish.

  • Assemblea annuale

    23 Giugno 2016

    L’Assemblea annuale i.Ll.c.a., tenutasi oggi 23 giugno a Milano, ha visto svolgersi le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo per il triennio 2016 – 2019. Elezioni che hanno visto la conferma di Andrea Di Giacomo quale Presidente, Franco Valtellino come Vice Presidente e Massimo Lietti in qualità di Segretario.

    In qualità di consiglieri riconfermati Paolo Cesa Bianchi, Fabrizio Callarà, Simone Cioffari, Claudio Franconi, Lucio Barbati, mentre sono due i Consiglieri di nuova nomina: Simona Zirano e Paolo Dal Cortivo.

  • I Lloyd's celebrano 30 anni di attivita' in Italia

    9 Giugno 2016

    Il giorno 9 giugno i Lloyd’s hanno celebrato i primi 30 anni di attività in Italia con un evento a Roma alla presenza del CEO Inga Beale, del Country manager Vittorio Scala e dell’Ambasciatore del Regno Unito in Italia, Christopher Prentice, nonché dei principali partner distributivi dei Lloyd’s in Italia.

    In Europa Continentale, il nostro Paese rappresenta il secondo mercato in volumi complessivi ed il primo per l’assicurazione diretta.

    L’Italia, con 800 intermediari (tra i quali 107 Coverholders, 3 Service Companies e 758 Open Market correspondents), è anche il maggior network distributivo dei Lloyd’s. Oggi i Lloyd’s in Italia assicurano quasi l’80% delle aziende Fortune 500.

     

  • Convocazione di Assemblea Ordinaria

    7 Giugno 2016

    Convocazione Assemblea Ordinaria dell’Associazione per il giorno 23 GIUGNO 2016 in prima convocazione alle ore 08.00 ed in seconda convocazione alle ore 15.30 presso Hotel Michelangelo Milano - Piazza Luigi di Savoia 6 – 20124 Milano

    ORDINE DEL GIORNO
    1) Relazione amministrativa del Consiglio su rendiconto 2015 e sul conto di previsione 2016;

    2) Relazione del Consiglio sull’attività svolta nel 2015 e sulle iniziative in corso e in
    programma per il 2016;

    3) Approvazione del rendiconto 2015 e del conto previsionale 2016;

    4) Determinazione della composizione numerica ed elezione del nuovo Consiglio Direttivo e del
    nuovo Collegio dei Revisori;
    5) Eventuali deliberazioni non all’ordine del giorno.

  • INGA BEALE: I RISCHI CAUSATI DALL’UOMO SONO OGGI PIÙ MINACCIOSI DELLE CATASTROFI NATURALI

    31 Marzo 2016

    Inga Beale, Chief Executive dei Lloyd’s di Londra, in un’intervista al The Guardian, avverte che i disastri naturali che causano le maggiori perdite sono stati superati dai rischi causati dall’uomo come il terrorismo, i cyber attacchi e il cambiamento climatico.
    Siamo stati spesso preoccupati da terremoti e uragani, ma “in questi giorni, i rischi causati dall'uomo stanno diventando i rischi predominanti" ha detto Beale al giornale londinese e ha citato l’index risk delle citta dei Lloyd’s che indica che quasi la metà dei rischi economici affrontati da 301 città sono legati alle minacce artificiali, tra cui interruzioni di corrente, incidenti nucleari, attacchi informatici e crolli dei mercati.
    "Abbiamo visto un aumento di tutti i rischi artificiali nel mondo ", ha dichiarato Beale che ha anche evidenziato la crescente domanda di assicurazione terrorismo da parte dei governi di città e delle imprese.
    Il cambiamento climatico- ha aggiunto - è un’altra grave minaccia, che colpisce alcune zone del mondo che "non sanno davvero di assicurazione", come le Filippine che hanno subito gravi alluvioni lo scorso autunno.
    Otto sindacati dei Lloyd’s tra Amlin, Beazley e Hiscox hanno lanciato per $ 400 milioni, l'iniziativa nel mese di novembre per lavorare con i governi allo scopo di affrontare la sottoassicurazione nelle economie in via di sviluppo.
    Beale ha anche ribadito che per la Gran Bretagna é meglio restare nella UE che ha accordi commerciali con altri 50 mercati ed è in procinto di concordare un importante accordo con gli Stati Uniti, il Trattato Transoceanico sul commercio e gli investimenti (TTIP). "Per noi, il vantaggio di essere in Europa, è enorme".
    I Lloyd’s hanno registrato un calo del 30% dei profitti nell'ultimo anno - il suo anno peggiore dal 2011. Il rendimento degli investimenti è sceso da 1 miliardo di euro a $ 400 milioni di euro, e il reddito di sottoscrizione è sceso a 2 miliardi di euro da 2,3 miliardi di euro. La maggior parte delle perdite sono state causate dall’esplosione dei magazzini a Tianjin in Cina e da un incendio su una piattaforma gestita dalla compagnia petrolifera messicana Pemex.
    Beale ha detto che a causa di bassi tassi di interesse sugli investimenti i premi 2016 saranno probabilmente "just as tough" come il 2015.
    Ha parlato anche della traiettoria dei Lloyd’s per il futuro, che comprende l'espansione in mercati emergenti come l'America Latina e la Cina dove ha già piùdi 30 sindacati dopo l'apertura di una filiale a Pechino.
    Secondo la relazione annuale del gruppo Beale ha ricevuto lo scorso anno, un pacchetto di retribuzione e bonus di £1.53milioni, in leggero aumento da £ 1.49milioni nel 2014.
    Per il 2016, ha ricevuto un aumento di stipendio del 2%, il primo aumento da quando è arrivata ai Lloyd’s nel mese di gennaio il 2014.

    (fonte ads agenzia di stampa)

  • Risultati annuali dei Lloyd's 2015

    23 Marzo 2016

    Nel 2015 il mercato dei Lloyd’s ha registrato un utile lordo di € 2,9 miliardi, un combined ratio del 90,0% e un rendimento del capitale del 9,1%.
    Si tratta di un risultato degno di nota per i Lloyd’s che ne attesta la costante solidità finanziaria ed una valida performance per tutto il mercato pur in presenza di una situazione macro-economica instabile.

    La solidità dei Lloyd’s è sostenuta dai ratings A (eccellente) di A.M. Best, AA- (molto solido) di Fitch and A+ (solido) di Standard & Poors.

    Per maggiori dettagli sui risultati annuali dei Lloyd’s 2015 visitare il sito: www.lloyds.com/annualreport2015