Lunedì , 10 Maggio 2021

N NEWS

A tu per tu con Vittorio Scala - FUTURESET: LA RISPOSTA DEI LLOYD’S AI NUOVI E COMPLESSI RISCHI SISTEMICI

, Business

D: Buongiorno Dr. Scala. Nuovo anno e nuova importante iniziativa dei Lloyd’s. Cos’è Futureset?

R: Futureset è una piattaforma e, al tempo stesso, una community creata per condividere esperienze, informazioni, dati, approfondimenti ed accrescere le conoscenze nell’ambito dei nuovi rischi sistemici. Sarà un riferimento per l’industria, i governi e le società che vorranno lavorare al miglioramento della resilienza globale.

 

Futureset fa parte del Lloyd’s Centre of Excellence che comprende anche il team Digital Analytic & Research, il Lloyd’s Lab ed il gruppo che lavora sul Future at Lloyd’s, la nostra iniziativa per la digitalizzazione e modernizzazione del nostro mercato.

 

D: Da dove nasce l’idea di questa nuova piattaforma?

R: La piattaforma globale è stata sviluppata in seguito all’esigenza di far fronte alle sfide complesse ed alle pesanti conseguenze sulla società e sull’economia mondiale derivanti dalla pandemia Covid-19. Sta emergendo il bisogno urgente di un confronto tra assicurati, risk managers, assicuratori e governi per valutare esattamente l’esposizione mondiale a questi rischi sistemici ed anticipare possibili soluzioni che possano portare ad un aumento significativo della resilienza delle infrastrutture economiche e sociali.

 

La nostra conoscenza del Covid-19 è ancora molto limitata. Ci sono aree grigie, scarse informazioni e poca comprensione dei rischi globali. E’ di vitale importanza che tutti gli attori dell’industria assicurativa inizino a collaborare per far fronte a questi nuovi rischi sistemici. Il mercato dei Lloyd’s, che per sua natura è in grado di dare un’impronta “collaborativa” e di riunire sotto lo stesso tetto le principali voci dei leader mondiali, si trova nella miglior posizione per ricoprire il ruolo di centro di gravità per questo tipo di problematiche.

 

D: Come funzionerà in pratica Futureset?

R: Nel corso del 2021, Futureset si concentrerà sul panorama dei rischi sistemici. Come prima cosa sarà operato un attento esame per comprendere i reali impatti del Covid-19. Si passerà poi ai rischi legati ai cambiamenti climatici.

 

Futureset è strutturata come una piattaforma accessibile e aperta a tutti e ogni iniziativa prevede la collaborazione di partner ed esperti nei vari settori. Non pensate però ad un blog ma più ad una piattaforma per discutere ed ideare nuove soluzioni, per generare innovazione, per accrescere e diffondere le conoscenze.

 

Quindi, come già detto, Futureset è prima di tutto una community e tutti possono e devono farne parte. E’ sufficiente registrarsi inserendo i propri dati nel modulo disponibile qui per ricevere tutti gli aggiornamenti sulla ricerca, gli approfondimenti e ogni informazione su eventi ed incontri che saranno organizzati nei prossimi mesi.

 

L’altra importante iniziativa riguarda le Systemic Risk Masterclass organizzate in collaborazione con il Chartered Insurance Institute (CII) e la Lloyd’s Market Association (LMA)

 

D: Può spiegarci in cosa consistono le Masterclass, se sono aperte a tutti e come eventualmente accedervi?

R: Si certo. Si tratta di una serie di incontri virtuali organizzati allo scopo di aiutare i professionisti dell’industria assicurativa a sviluppare la consapevolezza, le conoscenze e le competenze necessarie ad affrontare i rischi sistemici, grazie al coinvolgimento di esperti, accademici ed esponenti dei governi.

 

Come per la community, confermo che anche le Masterclass sono accessibili a tutti. Le informazioni complete, con il programma dei vari appuntamenti ed i link per registrarsi sono disponibili qui.

 

D: La prima Masterclass si è già tenuta, corretto?

R: Esatto. Il 10 febbraio scorso ha avuto luogo il primo appuntamento intitolato “Beyond the Limit”. Si è parlato di come i governi e l’industria assicurativa possono collaborare in modo più efficace per proteggere le società e, al tempo stesso, le economie dai rischi sistemici.

 

L’evento si è aperto con una presentazione di Andrew Bailey, Governatore della Banca d’Inghilterra.  E’ seguita una tavola rotonda, moderata dal nostro CEO, John Neal, e con la partecipazione di John Doyle, Presidente e CEO di Marsh, Paula Jarzabkowski, Professor of Strategic Management presso l’University of London’s Business School e Patrick Sterling, RIMS Vice President & Senior Director of Legendary People and Risk presso Texas Roadhouse.

E’ disponibile la registrazione di questo evento qui e anche tutte le Masterclass future saranno registrate e rese pubbliche sul nostro sito.

 

D: Quando si terrà la prossima Masterclass e di cosa si parlerà?

R: Il prossimo evento si terrà il 23 febbraio e avrà come titolo “Insuring the uninsurable”. Sarà molto interessante perché i partecipanti avranno la possibilità di saperne di più sulle competenze, i sistemi ed i processi necessari per lo sviluppo di nuove soluzioni assicurative. Si parlerà della storia dei rischi sistemici e delle somiglianze con i rischi legati al terrorismo.

Il programma delle Masterclass prevede poi i seguenti altri appuntamenti:

  • 9 marzo – Understanding the vulnerabilities of global supply chain
  • 23 marzo – Simpifying insurance products
  • 13 aprile – Recognising risk: the systemic effects of internet and utility outage
  • 27 aprile – The insurance response: helping customers build resilience.

 

Sempre parte di Futureset, oltre a questi eventi, partirà nei prossimi giorni anche l’iniziativa “An Expert’s Take”.

 

D: Di cosa si tratta?

R: E’ una serie di video interviste condotte da Anne McElvoy di The Economist a leader dell’industria che operano in vari settori dell’economia. Ci spiegheranno le problematiche specifiche legate alla gestione dei rischi sistemici. Tra gli ospiti, possiamo anticipare la partecipazione di Robert Hannigan, un’autorità nell’ambito della sicurezza cyber ed ex direttore di GCHQ e di Ann Pettifor, economista politica ed autrice di “The Case for the Green New Deal”.

 

D: Ci sembra che Futureset sia la conferma del fatto che i Lloyd’s intendano continuare a ricoprire in futuro un ruolo importante nell’innovazione dell’industria assicurativa.

R: E’ proprio così. Futureset è un altro tassello che si aggiunge al grande lavoro che i Lloyd’s stanno facendo e mettendo a disposizione di tutta l’industria assicurativa e non solo. Si pensi a tutti i report sugli emerging risks, al lavoro del Lloyd’s Lab, alle collaborazioni con i numerosi governi per offrire sostegno e mettere a disposizione le nostre conoscenze in questa delicata fase della pandemia. Mi riferisco nello specifico alle coperture assicurative per la distribuzione dei vaccini per il Covid-19 nel mondo.

Il Covid-19 ci ha fatto capire come un rischio sistemico ipotetico non è mai troppo lontano dal diventare reale nel giro di poco tempo e oggi più che mai abbiamo la responsabilità di prepararci adeguatamente e cercare di mitigare le conseguenze di un panorama di rischi che è costantemente in evoluzione. Futureset è la dimostrazione concreta del nostro impegno nell’individuare azioni che possano sostenere l’innovazione, la crescita economica ed il progresso umano nel mondo.

 

D: A proposito del Lloyd’s Lab, possiamo anticipare una prossima collaborazione con ILLCA, corretto?

R: Si. Durante l’ultimo evento organizzato a dicembre, i nostri corrispondenti ci hanno espresso la volontà di saperne di più sul ciò che avviene all’interno del Lloyd’s Lab, per capire come è possibile trarne vantaggio anche localmente o, addirittura, proporre qualche nuova idea che possa diventare parte delle start-ups che saranno sostenute nelle prossime fasi.

Lloyd’s Italia ed ILLCA quindi stanno lavorando all’organizzazione di un webinar specifico sull’argomento. Tutte le informazioni saranno presto inviate ai Corrispondenti.

Colgo l’occasione per sottolineare l’importanza di sostenere l’Associazione diventando soci ed invito i nostri Corrispondenti a contattare la segreteria di ILLCA per tutte le informazioni relative alle agevolazioni previste per il 2021 e le istruzioni su come è possibile associarsi.

 

Ultime news

Newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere la nostra newsletter