Mercoledì , 28 Ottobre 2020

N NEWS

INTERVISTA AL DR. VITTORIO SCALA, COUNTRY MANAGER E RAPPRESENTANTE GENERALE PER L’ITALIA DEI LLOYD’S

, News

BREXIT ED IL TRASFERIMENTO PART VII ADOTTATO DAI LLOYD’S

D: Buongiorno Dr. Scala. Il 31 gennaio scorso il Regno Unito ha formalmente lasciato l’Unione Europea ed è entrato in un periodo di transizione che si concluderà a fine anno. Cosa cambierà per i Lloyd’s?

R: Tra qualche mese Brexit diverrà realtà ed alla fine del periodo di transizione, i membri dei Lloyd’s non potranno più beneficiare del passporting con l’UE. Perderanno quindi l’autorizzazione a gestire affari (ri)assicurativi all’interno dello Spazio Economico Europeo (“EEA”). Per far fronte a ciò, i Lloyd’s trasferiranno tutti i rischi EEA a Lloyd’s Brussels in base al trasferimento Part VII che garantirà il regolare run-off delle polizze e dei sinistri EEA esistenti. Come sapete, la Lloyd’s Insurance Company creata nel 2018 è pienamente operativa dal 1 gennaio 2019.

 

D: In cosa consiste il trasferimento Part VII?

 

R: Il Part VII del Financial Services and Markets Act 2000 permette il trasferimento di affari assicurativi da un assicuratore regolamentato ad un altro senza il bisogno di dover procedere al trasferimento di ogni singola polizza. Questo Atto riguarda anche gli affari assicurativi sottoscritti dai membri della Society dei Lloyd’s. L’effettiva data del trasferimento seguirà l’udienza di approvazione presso la Alta Corte Britannica.

 

D: Quali rischi sono compresi nel trasferimento?

 

R: Saranno trasferiti i rischi dello Spazio Economico Europeo sottoscritti ai Lloyd’s tra il 1993 ed il 12 aprile 2019 relativi ad affari diretti e fino alla fine di ottobre 2020 per quanto riguarda gli affari di riassicurazione che non siano ancora stati sottoscritti da Lloyd’s Brussels.  Relativamente alla riassicurazione piazzata con il mercato locale, saranno compresi esclusivamente gli affari per i quali la cedente riconosciuta legalmente è domiciliata in Germania.

 

D: Come saranno gestiti gli affari piazzati in più giurisdizioni sia all’interno dell’EEA ed al di fuori?

 

R: Questi affari dovranno essere divisi e la sola parte di pertinenza dell’EEA sarà oggetto di trasferimento. Aggiungo anche che il trasferimento Part VII non riguarda gli affari sottoscritti da Lloyd’s Brussels da quando questa ha cominciato ad operare. Interessa unicamente gli affari sottoscritti con i Sindacati Lloyd’s.

 

D: Cosa accadrà quando sarà implementato il trasferimento Part VII?

 

R: La compagnia dei Lloyd’s a Brussels diventerà l’assicuratore del portafoglio Part VII.

 

D: Cosa significherà in termini pratici?

 

R: Tutti gli affari EEA interessati saranno trasferiti a Lloyd’s Brussels, con accordi di riassicurazione quota share al 100% con i Sindacati originari. Inoltre, i managing agents gestiranno le polizze ed i sinistri relativi al portafoglio Part VII, in qualità di fornitori di servizi in outsourcing per Lloyd’s Brussels. Tutta l’attività di gestione dei reclami, incluse notifiche e definizioni per gli affari Part VII, seguirà le procedure di Lloyd’s Brussels già in essere.

 

D: Quali sono i prossimi passi per la preparazione al trasferimento?

 

R: A fine giugno, i Lloyd’s invieranno lettere a tutti i contraenti interessati per informarli della proposta di trasferimento. E’ stata creata una specifica sezione nel sito dei Lloyd’s nella quale è anche possibile trovare il testo di questa lettera. La sezione del sito è: www.lloyds.com/brexittransfer.

 

D: Sono richieste azioni da parte dei Corrispondenti dei Lloyd’s al fine di implementare il trasferimento Part VII?

 

R: Per quanto riguarda gli Open Market Correspondent, non necessitiamo in questa fase di supporto. Chiediamo unicamente la cortesia di indirizzare eventuali clienti che dovessero contattarli per informazioni alla sezione dedicata del nostro sito che ho menzionato in precedenza.

 

Per quanto riguarda i Coverholder, invece, abbiamo preparato una guida specifica con tutte le informazioni necessarie anche in relazione alle attività che devono essere da loro implementate prima e dopo il trasferimento. In primo luogo, abbiamo chiesto ai Coverholders di comunicarci il nome di un loro responsabile al quale indirizzare eventuali richieste di informazioni specifiche che dovessero pervenire al call centre Lloyd’s/Part VII da parte dei clienti. E’ stato inoltre inviato loro il testo di un messaggio da pubblicare sui loro siti internet per informare i clienti del trasferimento.

 

Abbiamo inoltre chiesto la collaborazione dei nostri Coverholder per identificare le polizze ed i sinistri aperti che saranno effettivamente oggetto del trasferimento. A tal proposito, riceveranno dai managing agents dei loro binders una lista delle partite aperte e da identificare. Questa segmentazione sarà operata anche per i premi ed i sinistri aperti. A breve saranno disponibili le nuove guide con le relative istruzioni. 

 

Sono state, infine, fornite tutte le direttive in merito ai processi da seguire per quanto riguarda la gestione dei reclami e degli eventuali fondi sinistri gestiti dai Coverholders.

 

Colgo l’occasione per ringraziare tutti i nostri partners commerciali ed ILLCA per il continuo supporto anche in questo periodo senza precedenti. Il nostro ufficio come sempre rimane a disposizione per qualsiasi chiarimento o approfondimento che i nostri Corrispondenti dovessero necessitare sia relativamente al Part VII che su ogni altro argomento che riguarda la nostra collaborazione.